Ma Perchè L’hai Fatto?

E’ molto amaro lo so. Senza voler far pubblicità ho trovato nell’aloe vera ESI 100% un ottimo “Reale” concentrato di sostanze nutritive tra qui i famosi “Polisaccaridi”. L’ho preso per molti mesi e l’effetto che si ha è senz’altro eccezionale. Esistono innumerevoli studi sulla forza dell’estratto di aloe vera capace di inibire la crescita tumorale. Conclusione: Questi secondo il mio personale parere sono i 5 alimenti che “combinati insieme”, ad uno stile di vita “rilassato”, possono svolgere una potentissima azione preventiva contro il cancro. Per capirci, nessun “alimento” singolo è un arma efficace contro il cancro ma, una combinazione di più alimenti può diventare qualcosa di serio. Sono molto arrabbiato quando leggo in rete che le Arance, (Nulla da togliere alla arance) sono uno dei “primi” alimenti anticancro di qui una persona dovrebbe prendere in considerazione. La risposta è no. Esistono molti altri alimenti tra quelli che ho scritto qui sopra con proprietà 1000 volte più potenti di un succo d’arancia. L’ottima vitamina C da sola non basta per contrastare un male come il tumore. Attenzione ai soliti siti di benessere dove si dichiarerà che il cioccolato è un arma contro i tumori. Non viene mai specificato che tipo di cioccolato e così da “ingannare” la gente. Ve lo dico io, il cioccolato fondente con oltre il 70% di cacao e senza zucchero è quello buono e non il “cioccolato”. Basta con questo marketing e basta con le bugie preconfezionate per fare “audience”.

La dieta sana infatti deve puntare all’inserimento, nel proprio programma giornaliero, di tali generi di alimenti. I cibi sani non devono contenere troppi grassi e vanno evitati alimenti contenenti una dose eccessiva di conservanti. Frutta e verdure rientrano nella categoria dei cibi sani, purché siano freschi provenienti da agricoltura biologia. Al fine di conservare le proprietà intrinseche di un alimento è preferibile inoltre una cottura a vapore. L’Unione Nazionale dei Consumatori si occupa proprio di controllare la sicurezza alimentare dei cibi sotto tutti i punti di vista, predisponendo inoltre etichette specifiche per ogni alimento. In questo modo è possibile capire quale cibo è realmente sano e quale invece va evitato. Chi desidera dimagrire e perdere i chili di troppo si affida a una dieta, credendo di dover soprattutto eliminare i grassi. Una dieta deve invece contenere una dose di grassi al suo interno, perché tali sostanze, al pari di altre, sono fondamentali per il nostro organismo. Quando accade che i “Geni Controllori” non svolgono ad hoc il loro ruolo, una cellula impazzita può cominciare a dividersi quando non dovrebbe generando un numero enorme di altre cellule altrettanto “disfunzionali” che si comportano come la cellula madre impazzita. In un tempo più o meno breve, le cellule sane vengono sostituite da un altissimo numero di cellule impazzite disfunzionali. Sia le cellule di un tumore benigno che quelle di un tumore maligno si replicano incessantemente. Ma solo quelle di un tumore maligno arrivano ad invadere i tessuti limitrofi andando a “colonizzare” altri tessuti, altre zone dell’organismo. Quando le Cause Ambientali predispongono allo sviluppo del Cancro? Il Professor Berrino nelle sue interviste parla frequentemente di questo fattore ambientale che sembra avere uno stretto nesso con lo sviluppo del cancro. Mi servirò delle parole di Wikipedia per spiegarvi scientificamente di cosa si tratti. Poiché il radon è un gas radioattivo, può risultare cancerogeno se inalato, in quanto emettitore di particelle Alfa.

cibi salutariNegli ultimi decenni, l’esposizione ad agenti mutageni come fumo e inquinamento atmosferico, l’abuso di alimenti raffinati e troppo ricchi di grassi, hanno raddoppiato l’incidenza dei tumori. Molti di noi, causa la minaccia di malattie definite del “benessere”, come il cancro o l’infarto, si convincono sempre più che l’alimentazione costituisce la causa principale della maggior parte dei mali. Oggigiorno siamo sempre più bombardati da continui e spesso contrastanti messaggi della stampa e della televisione e spesso influenzati da una spregiudicata speculazione commerciale. Il risultato di tutto ciò è che facciamo sempre più fatica a capire quali alimenti fanno bene e quali no. Nel corso degli anni sviluppiamo abitudini alimentari che ci vengono insegnate e tramandate dalla vita familiare, a cominciare dai primi anni di vita. Molto spesso non ci chiediamo nemmeno se quello che mangiamo quotidianamente può essere in qualche modo dannoso alla nostra salute. Lo scopo di questa pagina è quello di segnalare quelli che sono gli alimenti particolarmente ricchi di sostanze antiossidanti e che quindi dovrebbero venir inseriti in un’ipotetica dieta antitumorale.

  • Fumo di sigarette attivo
  • – Pomodoro e mozzarella
  • Non sfruttare il terreno
  • – Tè (verde o nero) e carne
  • Come nasce e si sviluppa un Tumore
  • L’eccesso di alcool
  • Mantieni il tuo peso ideale

Torniamo a parlare di agricoltura e allevamento biologico, ovvero di cibo biologico. E’ un trend in continua crescita, che dal 2007, quando è stato redatto il regolamento che lo riguarda, ha subìto una costante ascesa, con consumatori disposti a pagare di più, perché considerano il biologico “migliore”. Noi ci siamo posti questa domanda: in che cosa il cibo biologico è effettivamente migliore di quello standard? La risposta risiede proprio nel regolamento 834/2007, che impone regole da rispettare a tutti gli agricoltori e allevatori che producono alimenti biologici. In questo articolo rispondiamo a 10 domande ricorrenti relative al cibo biologico, partendo dalla normativa e assumendo che tutti coloro che producono cibo biologico la seguano alla lettera. Il cibo biologico è più sano del cibo normale? Realmente non lo sappiamo. E’ certo che il cibo bio contiene meno sostanze chimiche, meno pesticidi e meno antibiotici (per i prodotti animali) rispetto a quello normale.

Ancora di più se porti in tavola cibi freschi, di stagione, di cui conosci la provenienza, perché meno trattati e più carichi dei loro preziosissimi principi nutritivi. Tra i cibi salutari, quelli ricchi di vitamina D sono un vero e proprio anti stress naturale. Molti studi hanno dimostrato che esiste un legame tra disturbi dell’umore, depressione, ansia e carenza di vitamina D. La soluzione per ritrovare il sorriso è esporti il più possibile al sole, che aiuta il tuo corpo a sintetizzare questa vitamina. E se il sole non c’è? Corri ai ripari con l’alimentazione consumando cibi ricchi di vitamina D, come pesci grassi, aringhe, fegato, formaggi e rosso d’uovo. La trovi in tutti gli alimenti di origine animale, come la carne, il pesce e i derivati del latte. Le vongole, le cozze, gli sgombri, le aringhe e il fegato animale sono gli alimenti più ricchi di questa vitamina. Anche gli omega-3 ti danno una mano a proteggere il tuo benessere mentale: sono infatti uno dei componenti principali delle membrane che circondano i neuroni e dalle quali dipende la corretta trasmissione dei segnali tra le cellule cerebrali. Una dieta ricca di omega-3 ti garantisce quindi un cervello più reattivo e più giovane, migliori capacità cognitive e più memoria, anche grazie al loro potere anti-ossidante, che fa da scudo contro gli effetti negativi dei radicali liberi. Infine, per tirarti su e ritrovare lo slancio nelle giornate più nere, fai il pieno di minerali!